PIANOFORTE

PINAOFORTE MODERNO JAZZ-POP

Docente: Lorenzo Nanni

1° Livello
Teoria: le note musicali, il pentagramma, le figure di valore, il tempo, suoni naturali e alterati,
punto e legatura di valore, misure semplici e composte;
Nozioni generali sullo strumento: com’è fatto il pianoforte, cenni tecnici e storici;
Impostazione: postura, tecnica di base (articolazione delle dita, cadute, esercizi sulle cinque dita);
Scale: maggiori e minori per moto parallelo (1 ottava);
Tecnica: studi tratti da diversi metodi (Bastien, Beyer, Hanon, Beriger, etc.);
Armonia applicata: cenni generali, intervalli, triadi, rivolti, nomenclatura internazionale;
Repertorio: semplici brani tratti dal repertorio Pop.

2° Livello
Teoria: approfondimento degli argomenti trattati in precedenza, gruppi irregolari, modo maggiore
e minore, tonalità, segni di espressione e di articolazione;
Scale e arpeggi: maggiori e minori per moto parallelo (2 o 3 ottave), scale pentatoniche, scala
blues, arpeggi maggiori e minori (1 e 2 ottave);
Tecnica e studi: “Daily Technical Studies for Piano – O. Beringer” e altri metodi, esercizi di lettura e
studi riguardanti le principali tecniche pianistiche (terze, seste, ottave, ottave spezzate, arpeggi,
etc);
Armonia applicata: intervalli (approfondimento), triadi (sia DX che SX), Shell voicings, Three-note
voicings (divise tra SX e DX);
Tecniche di improvvisazione: turnaround, struttura del blues, comping ritmico, arpeggi, triadic
generalization, utilizzo della scala blues;
Repertorio: brani di media difficoltà tratti dal repertorio Pop, Blues e Soul.

3° Livello
Teoria: approfondimento degli argomenti trattati in precedenza, abbellimenti;
Scale e arpeggi: maggiori e minori per moto parallelo (4 ottave) e contrario, scala diminuita,
arpeggi con accordi maj7 e 7 (2 ottave);
Tecnica e studi: studi tratti da “Daily Technical Studies for Piano – O. Beringer” e altri metodi,
semplici esercizi di lettura a prima vista;
Armonia applicata: voicings per la mano sinistra a 2, 3 e 4 voci, scale modali (modo maggiore),
cadenze armoniche principali (V-I, II-V- I, IV-V- I, etc.), accordi frigi e sus, sostituzione di tritono;
Tecniche di improvvisazione: comping ritmici complessi (even eight, swing, shuffle), ampliamento
della struttura blues, pattern con pentatoniche, outlines, blues lines, liks, harmonic generalization,
utilizzo delle scale modali e della scala diminuita;
Repertorio: brani difficoltà medio-alta tratti dal repertorio Pop, Blues, Soul e Funk.

Master
Armonia: concetti fondamentali, analisi armonica, principali famiglie di accordi e loro funzione,
sostituzioni armoniche, armonizzazione della scala maggiore e delle scale minori, principali metodi
di arrangiamento (block chords, drop, approccio cromatico e diatonico, approccio lineare);
Scale e arpeggi: maggiori e minori per moto parallelo (4 ottave), contrario, per terze, seste, scale
modali (modo minore), altri tipi di scale (esatonale, alterata, scale di quattro note, etc.), arpeggi (2
o più ottave) dim7, m7b5, 7#5 (altri a discrezione dell’insegnate);
Tecnica e studi: studi tratti da “Daily Technical Studies for Piano – O. Beringer” e altri metodi,
tecnica base dello stride piano e del montuno;
Armonia applicata: accordi alterati, so what chords, armonie quartali, upper structures, block
chords, drop 2;
Tecniche di improvvisazione: comping ritmici complessi (even eight, swing, shuffle, latin, jazz), cicli
di accordi di dominanti, utilizzo di tutte le scale (modali, pentatoniche, blues, ottofoniche, etc),
ryhtm and changes, utilizzo delle upper structures nell’improvvisazione, patterns;
Repertorio: brani tratti dal repertorio Pop, Blues, Soul, Funk, Jazz e Latin;
Arrangiamento: personale arrangiamento di uno standard jazz utilizzando tutte le tecniche
studiate con particolare attenzione alla condotta delle parti.

PIANOFORTE CLASSICO
Docente:Antonio Ciacciarelli

1° LIVELLO-Principiante:

Conoscenza dello strumento;
Acquisizione di una giusta postura;
Acquisizione delle abilità necessarie ad un primo approccio musicale dello strumento;
Aspetti ritmici, melodici e timbrici;
Conoscenza della grammatica musicale di base e della lettura e scrittura su pentagramma;
Esecuzione di piccoli pezzi facili ed “orecchiabili”.

2° LIVELLO- Intermedio:

Sviluppo e maturazione degli elementi proposti per il primo livello;
Introduzione del concetto di musicalità;
Il solfeggio parlato e la sua importanza;
La tecnica pianistica;
Esecuzione di pezzi facili di generi diversi;
Elementi essenziali di metodologie di studio.

3° LIVELLO-Avanzato:

Sviluppo e maturazione degli elementi proposti per il secondo livello;
La tonalità e le scale maggiori e minori, gli accordi e l’accompagnamento;
Approfondimento della tecnica pianistica
Il solfeggio cantato e il fraseggio
Esecuzione di pezzi di difficoltà intermedia, scelti insieme all’allievo

4° LIVELLO- Master:

Sviluppo e maturazione degli elementi proposti per il terzo livello;
Esecuzione di scale maggiori e minori per moto contrario, per terze e per seste;
Ulteriore affinamento della tecnica pianistica;
A questo livello il programma varierà in base all’obiettivo che l’allievo si prepone. Non si perderà comunque mai di vista la base tecnica e musicale che accompagnerà ogni scelta raggiunta.

Il suddetto programma sarà continuamente personalizzato in relazione all’età dell’allievo e al tipo di propensione nei confronti dello strumento studiato.

 

PIANOFORTE MODERNO E TASTIERE
Docente: Ettore Mirabilia

1° Livello
-Impostazione allo strumento: com’è fatta la tastiera,
postura,articolazione,caduta,affondo,legato staccato.
-Le note musicali,il pentagramma e il tempo.
-Scale maggiori e minori per moto parallelo su 1 ottava
(estensione di 2 ottave a discrezione dell’insegnante)
-Intervalli, triadi e rivolti,nomenclatura in lettere per ognuno di essi.
-Semplici esercizi di tecnica e brani moderni.

2° Livello
-Scale maggiori e minori per moto parallelo su 2 ottave
(fino a 4 a discrezione dell’insegnante)
-Scala pentatonica e scala blues.
-Turn Around e legame armonico.
-Esecuzione arpeggiata delle triadi in tutte le posizioni
(fondamentale e rivolti) senza passaggio del pollice.
-Introduzione agli accordi di settima.
-Studio della struttura blues.
-Esercizi di lettura,tecnica e studio del repertorio pop-rock
italiano e straniero.

3° Livello
-Scale maggiori e minori per moto parallelo su 4 ottave.
-Scala pentatonica e blues (estensione di 2 ottave
a discrezione dell’insegnante)
-Armonizzazione per triadi della scala maggiore.
-Esecuzione arpeggiata delle triadi in tutte le posizioni
(fondamentale e rivolti) con passaggio del pollice.
-Studio degli accordi di settima
(relativi alla tonalità maggiore)e rivolti.
-Progressioni armoniche simmetriche e altre successioni
( II V I e Turn around) per la concatenazione degli accordi di settima
e rivolti.
-Esercizi di lettura,tecnica e studio del repertorio Pop-Rock
italiano e straniero.

Master
-Scale maggiori e minori per moto parallelo e contrario
(terze e seste a discrezione dell’insegnante)
-Armonizzazione con accordi di settima della scala maggiore
-Arpeggi degli accordi di settima su 2 ottave di estensione
con passaggio del pollice: 7, m7, m7(b5), o7.
-Studio degli accordi estesi ( 9, 11, 13 )
-Esercizi di improvvisazione su collegamenti armonici
o strutture blues tradizionali (12 battute)
– Studi tecnici,classici e esecuzione del repertorio Pop-Rock
italiano e straniero.
-Studio dei differenti linguaggi e stili musicali: Funk, R & B,
Bossa Nova,Latin,Jazz…

Lascia un commento